l

 

HOME

 

 
  CLASSIFICA CAMPIONATO ITALIANO BiCh 2008
       

20 gennaio

WRC: Marco Schiapparelli - Seat

S1600: Massimo Ruffino - Ford

Regolarità: Paolo Comoli - Fiat

 

RALLY STORY

 

WRC: Dominio sin dalla prima P.S. di Marco Schiapparelli, seguito da Massimo Ruffino e da Gianluca Grasso. Problemi in questa speciale della maggior parte delle WRC che soffrono un dosso sul quale addirittura escono rovinosamente Paolo Comoli e Giorgio Ferrari, costretti così a uscire dalla P.S. con il tempo imposto. Problemi nel primo parco assistenza per Daniela Darie che esce con 5 secondi di penalità. Continua a vincere prove Schiapparelli, aggiudicandosene otto su dieci, gestendo il vantaggio nelle ultime due. Lotta in zona podio tra Luca Comoli e Ruffino che alla fine rimane dietro per soli 30 centesimi. Problemi per tutta la gara per le nuove Citroën C4 di Paolo Comoli e Alex Zucconelli attardati in classifica (nonostante la vittoria di Comoli nella P.S. 9).

S1600: Partenza bruciante di Luca Comoli che fa segnare il terzo tempo assoluto sulla prima P.S. seguito da vicino da Ruffino e Schiapparelli. Nelle successive prove Ruffino inizia con costanza a stabilire ottimi tempi (vincerà sette P.S. su dieci) mentre Schiapparelli per una scelta sbagliata paga molti secondi sulla terza P.S. che lo fa scendere in quarta posizione di categoria. Risale intanto Paolo Comoli con ottimi tempi fino alla P.S. 8 dove, per un errore, cederà definitivamente il secondo posto a Schiapparelli. Ruffino, approfittando dei problemi delle WRC riesce a chiudere con uno strabiliante quarto posto assoluto, oltre ad essere il vincitore di categoria. Luca Comoli alla fine è quarto, mentre seguono Ferrari, Zucconelli, Grasso e Darie, quest'ultima non a suo agio con la macchina non ufficiale.

REGOLARITA': Classifica molto vicina fino alla fine nonostante la costante leadership di Paolo. La prima P.S. è vinta appunto da lui, ma con pochissimo vantaggio su Marco e Massimo. La secoda e la terza P.S. vengono vinte con ottimi tempi da Gianluca che risale la classifica dopo una deludente prima prova. Marco sbaglia nella seconda P.S. allontanandosi dalle posizioni di vertice. Un ottima Daniela si ritrova così in terza posizione provvisoria. Nel terzo tratto cronometrato viene superata dalla costanza di Giorgio che, pur non vincendo nessuna prova, rimane sempre vicino ai primi. Vittoria nella quarta P.S. di Massimo che si avvicina a Paolo, come nella quinta prova vinta a parimerito con Marco. L'ultima prova viene vinta da Marco che riesce così a salife sul podio alle spalle di Paolo e Massimo, seguito a pochi decimi da Gianluca e Giorgio. Poco dietro anche Daniela mentre più distaccati terminano Alex e Luca.

10 febbraio

WRC: Luca Comoli - Citroën

S1600: Marco Schiapparelli - Suzuki

 

RALLY STORY

 

WRC: Parte bene Marco Schiapparelli vincendo la prima prova speciale seguito da vicino da Luca Comoli con il quale fa botta e risposta per le prime tre P.S. scambiandosi la leadership provvisoria. Terzo segue Paolo Comoli che trova il giusto feeling con la vettura a partire dalla quarta P.S. che chiude con il miglior tempo. Intanto per la quarta posizione lottano a distanza ravvicinata Gianluca Grasso e Claudio Gariazzo. Un po' più staccate si danno battaglia per la classifica femminile Daniela Darie e Marilou Gurtiza, quest'ultima al debutto nel rally. A due terzi di gara le posizioni alle spalle del podio si definiscono con Gariazzo che sorpassa definitivamente Grasso, mentre i primi tre continuano a darsi battaglia dividendosi le vittorie di tappa per stabilire la classifica finale. Due errori, il primo di Schiapparelli alla P.S. 6 ed il secondo di Paolo Comoli alla P.S. 10, regalano la vittoria alla nuova C4 di Luca Comoli che raggiunge Schiapparelli, secondo al traguardo, nella classifica del Campionato Italiano.

S1600: Parte veloce Schiapparelli, con la nuova Swift, nella prima prova speciale, ma risale bene, vincendo le due P.S. successive, Paolo Comoli che si ritrova così in testa alla classifica di categoria al primo riordino. Luca Comoli segue in terza posizione, rimanendoci per l'intera gara facendo gara solitaria. Gariazzo al debutto con la nuova C2 parte un po' piano, ma ben presto trova lo stile di guida giusto facendo segnare buoni tempi che gli garantiranno la quarta posizione finale. Lotta tra Darie e Grasso per la quinta piazza, che si scambiano continuamente viaggiando sugli stessi tempi: alla fine la spunta Darie per soli 19 centesimi. Un po' più distaccata Gurtiza al debutto con una Clio non certo semplice da guidare. Intanto la costanza di Schiapparelli gli fa guadagnare un discreto vantaggio su Paolo Comoli il quale fa qualche errore di troppo e deve rimandare l'appuntamento con la prima vittoria nel S1600. Alla fine Schiapparelli vince la categoria arrivando sesto assoluto.

2 marzo

WRC: Luca Comoli - Citroën

S1600: Massimo Ruffino - Ford

Regolarità: Paolo Comoli - Fiat

 

RALLY STORY

 

WRC: Fin da subito Luca Comoli parte in testa alla classifica vincendo le prime due prove speciali. Segue Marco Schiapparelli a breve distanza aggiudicandosi la terza P.S., ma un errore nella prova successiva gli fa prendere diversi secondi che lo fanno retrocedere in classifica. Subito dietro e lotta serrata per la terza posizione tra Claudio Gariazzo, Massimo Ruffino, il debuttante Luca Pozzo e Paolo Comoli. A chiudere la classifica provvisoria, ma con poco distacco da chi li precede, Gianluca Grasso e Daniela Darie. Dal primo riordino escono in testa le due Citroën di Luca e Paolo Comoli, seguiti con distacchi minimi dagli altri concorrenti. Intanto un errore di Gariazzo alla P.S. 5 e uno di Pozzo in quella successiva li vedono indietreggiare in classifica mentre le due C4 prendono il largo. Un colpo di scena alla P.S. 9: i due Comoli escono di strada terminando con tempi alti: Luca riesce a mantenere la leadership mentre Paolo scende dal podio. Luca Comoli va così a vincere il rally mentre accusano altri problemi nell'ultima P.S. Paolo Comoli e Marco Schiapparelli, il quale viene così superato da Massimo Ruffino, che conquista la seconda posizione. Con due vittorie nelle ultime due P.S. Claudio Gariazzo riesce a superare lo sfortunato Paolo che termina così in quinta posizione. Segue con un buon sesto posto, al suo debutto, Luca Pozzo; la lotta tra Grasso e Darie si conclude con il sorpasso all'ultima prova di quest'ultima ai danni del primo. Luca Comoli si ritrova così in testa al campionato.

S1600: Dominio incontrastato di Ruffino per tutta la gara che termina vincendo otto P.S. su dieci. Paolo Comoli si ritrova in seconda posizione dopo la seconda prova, mantenendola poi fino alla fine viaggiando sempre su ottimi tempi. Problemi invece nella seconda P.S. per il leader di campionato Schiapparelli, che perde secondi preziosi, lottando poi per tutta la gara con un ottimo Luca Comoli (entrambi vincono una P.S.) per riuscire a salire sul podio: alla fine un piccolo errore di Comoli alla prova otto deciderà la loro classifica. Lotta per tutta la gara tra Grasso e Gariazzo, quest'ultimo alla fine costretto a rinunciare alla quinta posizione per meno di un secondo e mezzo. Scambi di posizione anche tra il debuttante Pozzo e Darie: alla fine il primo inizia a trovare il giusto feeling con la vettura riuscendo a conquistare la settima posizione. Schiapparelli resta in testa al campionato.

REGOLARITA': Come al solito classifica incerta fino alla fine: parte subito benissimo Marco facendo segnare una strabiliante differenza di appena 2 centesimi dal tempo imposto, ma sbaglia nella prova successiva scendendo in classifica. Stessa sorte tocca a Luca Comoli, secondo alla prima prova. Un eccezionale Gianluca invece continua a fermare il cronometro su ottimi tempi trovandosi ben presto in testa alla classifica. Molto vicini sono anche il leader di campionato Paolo e Fagiano. Un po' più attardati il debuttante Luca Pozzo, Massimo e Daniela. In poche prove risalgono la classifica Paolo, Fagiano e Massimo mentre un clamoroso colpo di scena alla penultima P.S. vede passare Gianluca dalla prima all'ultima posizione. Alla fine è nuovamente Paolo ad aggiudicarsi la gara, rinforzando la leadership in campionato, seguito da Fagiano e da Marco, che vincendo l'ultima P.S. arriva ad appena 6 centesimi dalla seconda posizione. Daniela è quarta mentre un problema di motore all'ultima prova fa retrocedere Massimo in quinta posizione. Seguono Luca Comoli e Gianluca, che recupera alla fine una posizione ai danni di Luca Pozzo.

30 marzo

WRC: Paolo Comoli - Citroën

S1600: Massimo Ruffino - Ford

 

RALLY STORY

 

WRC: Dominio incontrastato Citroën che si aggiudicano tutte e dodici le prove speciali. Parte bene Luca Comoli vincendo la prima P.S., recupera nella seconda Paolo Comoli con un tempo strepitoso che gli consentirà di mantenere la leadership fino alla fine della gara. Secondo posto per luca Comoli che si mantiene sempre a circa 3-4 secondi da Paolo. Distacco abissale per tutti gli altri concorrenti: terzo alla fine giunge Massimo Ruffino, in lotta per tutto il rally con Claudio Gariazzo che, troppo sicuro del vantaggio acquisito, sbaglia clamorosamente all'ultima prova giungendo quarto ad appena 14 centesimi. Segue in quinta posizione Alex Zucconelli con la terza C4, che però non ha mai brillato se non alla fine con la vittoria dell'ultima P.S. Lotta per la sesta posizione conquistata da Giorgio Ferrari ai danni di Gianluca Grasso. Chiude la classifica la Subaru di Daniela Darie. Luca Comoli, sfruttando l'assenza di Marco Schiapparelli, si ritrova così in testa al Campionato Italiano BiCh con un buon margine di punti.

S1600: Lotta intensa fino a metà rally tra Ruffino e Luca Comoli: dalla settima prova però la solita costanza del pilota Ford gli fa guadagnare quei secondi sufficenti a correre con relativa tranquillità fino alla fine della gara, che si aggiudica. Incerta fino alla fine invece la seconda piazza del podio, con Luca che viene ripreso da Paolo Comoli che però alla fine rimane dietro per soli 7 centesimi, dovendosi così accontentare del terzo posto. Parte molto bene Grasso che, all'esordio con la nuova Clio, fa segnare il secondo tempo di categoria nella prima speciale. Qualche problema durante il rally lo fanno poi scendere fino alla sesta posizione finale, sopravanzato dalla costanza di Ferrari e di Zucconelli. Lotta incerta fino all'ultima prova per la settima posizione, alla fine conquistata da Darie ai danni di Gariazzo, quest'ultimo alle prese con una C2 con notevoli problemi tecnici. Con la terza vittoria di categoria e grazie all'assenza di Schiapparelli, Ruffino riconquista la vetta della classifica seguito da vicino da Paolo Comoli.

20 aprile

WRC: Paolo Comoli - Citroën

S1600: Massimo Ruffino - Ford

Regolarità: Massimo Ruffino - Subaru

 

RALLY STORY

 

WRC: La prima prova se la aggiudica il leader di campionato Luca Comoli, seguito da vicino dalla Focus di Giorgio Ferrari e dall'altra Citroën di Paolo Comoli. Buono anche il quarto tempo di Massimo Ruffino che precede Luca Pozzo, alla sua seconda gara, e il campione in carica Marco Schiapparelli che non parte nei migliori dei modi. Paolo Comoli si aggiudica la secona P.S. conquistando la vetta della classifica, dove rimarrà incontrastato fino alla fine della gara. Un errore di Luca Comoli lo fa invece retrocedere in terza posizione, superato anche da Ferrari. Ottima la prestazione di quest'ultimo che, ritrovata finalmente la costanza, terminerà in seconda posizione assoluta. Lotta invece per la terza posizione con la rimonta di Schiapparelli che però alla fine sbaglia troppo e si deve accontentare dalla quarta piazza alle spalle del leader della classifica. Quinta per appena 45 centesimi arriva la Subaru di Ruffino. Più attardati gli altri, con Alex Zucconelli che, dopo un brutto avvio di gara, risale fino alla quinta posizione, anche se non ha ancora trovato il giusto feeling con la sua C4. Seguono Ginaluca Grasso, anche lui ritrovato un po' sul finale di gara, Luca Pozzo, Claudio Gariazzo e Daniela Darie. Leader di campionato resta Luca Comoli mentre, con la seconda vittoria consecutiva, Paolo Comoli si porta in seconda posizione ai danni di Marco Schiapparelli.

S1600: Nelle prime quattro prove botta e risposta tra Paolo Comoli e Ruffino che continuano a scambiarsi la posizione di testa. Appena dietro lotta per la terza posizione tra Luca Comoli e Schiapparelli che viaggiano sugli staessi tempi. Lotta a tre tra Ferrari che stacca di pochissimo Gariazzo e Zucconelli che escono dalla prima P.S. con l'identico tempo. Lotta a tre anche tra Darie, Grasso e Pozzo. Dopo metà gara Ruffino si ritrova in testa e riuscirà a gestire l'esiguo vantaggio fino alla fine, ai danni di Paolo Comoli che giunge così secondo. Vano il recupero di Schiapparelli che, nonostante la vittoria delle ultime due speciali, non riesce a raggiungere Paolo, ma riesce a salire sul podio relegando Luca Comoli in quarta posizione.Quinto arriva Zucconelli che riesce a star davanti, anche se di poco, a Ferrari. Troppi errori per Gariazzo che deve accontentarsi della settima posizione.Ottavo arriva Pozzo che riesce a alla fine a mettere dietro Grasso e Darie; quest'ultima guadagna molto nell'ultima P.S.rispetto a Grasso, ma alla fine rimane dietro per soli 78 centesimi. Vertici della classifica invariati, anche se Ruffino rafforza la leadership.

REGOLARITA': Partono bene Luca Comoli, che vince la prima P.S., e Giorgio che si trovano in testa alla classifica; Massimo con la vittoria nella seconda prova passa a condurre, mentre sbagliano i diretti avversari Paolo Comoli e Marco, che si trovano così attardati in classifica. Lo stesso fa Fagiano, non molto in giornata. Brutta la seconda P.S. anche per Daniela, Alex e Luca Pozzo alle prese con gomme troppo secche sulla sua Megane. Annullata la terza speciale per troppa gente, la quarta viene vinta da Gianluca che riesce così a salire sul podio alle spalle di Massino e di un ritrovato Paolo che ne approfitta degli errori degli altri. Quarto Giorgio, seguito da Marco, Luca Comoli, Fagiano e Daniela, tutti con distacchi ridottissimi. Più indietro terminano Alex e Luca Pozzo.

18 maggio

WRC: Paolo Comoli - Citroën

S1600: Marco Schiapparelli - Suzuki

 

RALLY STORY

 

WRC: Parte molto forte Massimo Ruffino che vince le prime due speciali, ritrovandosi ben presto a lottare con Paolo Comoli per la leadership della gara. Disastroso inizio invece per Giorgio Ferrari che si trova alle prese con una Focus con un assetto decisamente poco fuoristradistico. Colpo di scena alla seconda PS quando Claudio Gariazzo fonde il motore della sua Corolla ritrovandosi così a rientrare in gara con la formula del Super Rally, costretto ad inseguire gli avversari. Problemi di motore anche per Marco Schiapparelli, costretto a gareggiare per tutta la gara con un motore semifuso e quindi ben presto tagliato fuori dalle posizioni che contano. Luca Comoli, dopo un inizio gara poco competitivo, ritrovo il suo solito passo scalando la classifica riuscendo alla fine a chiudere sul gradino basso del podio. Ulteriore colpo di scena alla PS 11 (effettivamente l'ultima in quanto quella successiva è stata affrontata in trasferimento) quando Ruffino, dopo essere stato fino ad allora in testa al rally, sbaglia a poche curve dal traguardo regalando la terza vittoria consecutiva a Paolo Comoli. Quarta l'altra C4 di Alex Zucconelli, mentre Schiapparelli sul finale riesce a recuperare una posizione superando Luca Pozzo, pilota che, con la nuova Citroën, sta prendendo molta confidenza tanto da riuscire a vincere una Speciale. Seguono Donato Greco, al debutto con la nuova Lancer Evo VIII, Gariazzo, Ferrari con appena 64 centesimi su Gianluca Grasso, mentre chiude la classifica Daniela Darie. Alla pausa estiva la classifica vede in testa le due C4 di Luca e Paolo Comoli a pochi punti, mentre il campione in carica Schiapparelli è terzo con 15 punti di distacco e tallonato ad un solo punto da Ruffino.

S1600: Lotta nelle prime speciali tra Schiapparelli ed uno scatenato Gariazzo che si ritrova alla guida di un'ottima C2. Appena dietro Ruffino e Ferrari, mentre partono male Luca e Paolo Comoli. Quest'ultimo ritrova costanza andando ad insidiare la seconda posizione di Gariazzo, mentre Ruffino inizia ad alternare buoni tempi con prestazioni decisamente negative. Al primo riordino conduce Schiapparelli con appena 31 centesimi su Gariazzo, mentre a breve distanza seguono Paolo Comoli e Ferrari. Alla fine a vincere è Schiapparelli, a digiuno di vittorie da qualche gara, mentre secondo giunge Paolo davanti a Gariazzo. Quarto è Ruffino, in una giornata non certo al suo livello, seguito da Ferrari. Stabili le altre posizioni: le tre Citroën di Luca Comoli, Luca Pozzo e Alex Zucconelli, il debutto della nuova Swift di Daniela Darie e a chiudere Gianluca Grasso e Donato Greco. Dieci PS disputate con cinque diversi vincitori di prova: sicuramente un campionato molto agguerrito. La classifica dell'Italiano 2 ruote motrici, dopo 6 rally, vede le prime tre posizioni in pochissimi punti: guida Ruffino con 45 e seguono Paolo Comoli (44) e Schiapparelli (40).

19 ottobre

WRC: Luca Comoli - Citroën

S1600: Massimo Ruffino - Ford

Regolarità: Ferrari Giorgio - Porsche

 

RALLY STORY

 

WRC: Partono velocissime le tre C4 di Paolo e Luca Comoli, Alex Zucconelli e la Cordoba di Marco Schiapparelli, mentre grossi problemi sin dall'inizio per Claudio Gariazzo. Buona prestazione alla prima P.S. per il debuttante Claudio Sacchetti e la sua Subaru, mentre un po' dietro troviamo Giorgio Ferrari e l'altra nuova entrata Luigi Sacchetti. La costanza di Schiapparelli paga uscendo in testa dopo la seconda P.S. pur non vincendo nessuna delle due prove. Purtroppo però alcuni errori nelle prove 4 e 5 fanno precipitare il pilota Seat fino alla quarta posizione, superato dalla subaru di Massimo Ruffino in crescita, mentre si alternano i Comoli alla testa della gara. Intanto Zucconelli e Ferrari si attestano in quinta e sesta posizione, restandoci fino alla fine. Buon settimo per Claudio Sacchetti, mentre continuano a faticare Gianluca Grasso, alla fine ottavo, e Gariazzo che arriva fino a 2 centesimi dalla Xsara, ma alla fine deve accontentarsi della nona posizione. Chiude la classifica Luigi Sacchetti che deve fare ancora esperienza alla guida di una Lancer non sempre efficente. Intanto, sul finale di gara, Schiapparelli riesce ad aggiudicarsi tre prove speciali avvicinandosi molto ai primi, ma dovendosi accontentare del terzo gradino del podio davanti a Ruffino e alle spalle di Luca (1°) e Paolo Comoli (2°). A due gare dalla fine sembra ormai che il titolo sia un'esclusiva delle due C4 dei Comoli distaccati da 7 punti, mentre Schiapparelli e Ruffino, distanziati di 2 soli punti, si giocheranno la terza piazza.

S1600: Velocissimi sin dalle prime battute sono Schiapparelli e Luca Comoli, mentre sbagliano i due capoclassifica Ruffino e Paolo Comoli. Ben presto però Ruffino ritrova la costanza che lo contraddistingue quest'anno riuscendo, alla terza P.S., a ritornare davanti a tutti. La tenacia di Schiapparelli non può nulla contro la Fiesta del leader del campioato che alla fine riesce ad aggiudicarsi 6 prove speciali e a vincere la gara. Seconda la Swift di Schiapparelli, mentre terzo arriva Luca Comoli con dei tempi sempre a ridosso dei migliori, che gli consentono anche di vincere il Trofeo C2 Rally 2008. Migliora sul finale Paolo Comoli vincendo l'ultima P.S. ed aggiudicandosi la quara posizione. Più staccata la seconda C2 di Zucconelli, in lotta fino alla fine con la Clio di Ferrari che, dopo essere stao a lungo in terza posizione, ha iniziato a fare troppi errori e ad arretrare in classifica. Settimo Gariazzo che è riuscito a reistere per soli 73 centesimi al debuttante Luigi Sacchetti. Più staccati Grasso e l'altra novità Claudio Sacchetti. In classifica generale prende qulache punto di vantaggio Ruffino arrivando a 55 punti contro i 49 di Paolo Comoli e i 48 di Schiapparelli che sicuramente non molleranno il tiro fino alla fine del campionato.

REGOLARITA': Incredibile costanza di Giorgio che con la sua Porsche GT3 è stato in testa per l'intera gara aggiudicandosi addirittura tre prove speciali, conquistando sin da subito un tranquillizzante margine di vantaggio. Lotta serrata invece per le altre posizioni, come sempre accade in questa categoria: parte male Paolo e ancor peggio Marco e Massimo al debutto con le due 131 Abarth. Alla fine Paolo conquista la seconda posizione e Massimo la terza, mentre Marco deve lottare con grossi prioblemi al motore che lo faranno arrivare solo sesto. Ottimo inizio per Claudio, che però paga il finale di gara terminando solo nono dopo essere stato a lungo in seconda posizione. Luca anche parte bene, ma rimane attardato nel finale arrivando quinto. Non è giornata per Fagiano che parte con l'ultimo tempo riuscendo alla fine ad aggarpparsi all'ottava posizione. Alex invece viaggia sempre a metà classifica finendo quarto, approfittando dell'errore sul finale di Luca. Gianluca arriva settimo mentre chiude la classifica Luigi, anche lui in calo dopo un buon inizio. Quando manca solo un appuntamento sembra ormai che il titolo, per il secondo anno consecutivo, sia saldamente nelle mani di Paolo, con due vittorie e due secondi posti conquistati quest'anno (36 punti). Massimo segue a 28 punti, mentre al terzo posto troviamo a 19 punti un parimerito tra Giorgio e Marco: tutto si giocherà all'ultima gara.

16 novembre

WRC: Luigi Sacchetti - Citroën

S1600: Marco Schiapparelli - Suzuki

 

RALLY STORY

 

WRC: Parte fortissimo Giorgio Ferrari vincendo con la sua Focus la prima speciale, seguito da vicino da Luigi Sacchetti e Massimo Ruffino. I primi sei sei sono racchiusi in meno di un secondo e mezzo, ma nella secoda P.S. Ruffino e Luca Comoli sbagliano e arretrano in classifica. Luigi Sacchetti dimostra grande feeling con la nuova Citroën Xsara portandosi in testa alla classifica generale, mentre iniziano i problemi sull'insidiosissimo tracciato per i debuttanti Fulvio Pirali e Roberto Faccini. Non meglio va per l'altro pilota Citroën Gianluca Grasso che non riesce ad avanzare dalle ultime posizioni. Mentre Luigi continua a dominare la gara, dalle retrovie risalgono Marco Schiapparelli e Luca Comoli, mentre Ferrari, con qualche problema di affidabilità, perde posizioni. Buona la prestazione anche di Claudio Sacchetti che sta prendendo confidenza con la sua Impreza. All'ingresso dell'ultima speciale Luigi si presenta con più di 5 secondi di vantaggio su Luca, il quale deve guardarsi le spalle da Marco, dietro di mezzo secondo. Una distrazione in un tornate in salita e la Xsara numero 15 fa un dritto in cui perde molti secondi: alla fine riesce a vincere, ma per soli 52 centesimi su Schiapparelli il quale, con il secondo tempo di speciale, riesce a strappare la seconda posizione a Luca Comoli per appena 27 centesimi. Quarto arriva Claudio Sacchetti, dimostrando costanza per tutta la gara; vincendio l'ultima speciale Paolo Comoli riesce a guadagnare all'ultimo due posizioni, arrivando quinto davanti a Ruffino e a Ferrari, che esce dall'ultima P.S. con l'ultimo tempo. Chiudono la classifica Grasso, Pirali e Faccini. Luca Comoli si avvantaggia ulteriormente per la conquista del Campionato Italiano BiCh 2008, mentre Marco Schiapparelli si avvicina a Paolo Comoli, anche se i punti di vantaggio sono ancora 5 e resta una sola gara.

S1600: Debutto positivo per la Swift di Pirali che si aggiudica la prima prova speciale, davanti a Paolo Comoli e Claudio Sacchetti: all'uscita dalla prima speciale i primi cinque si ritrovano racchiusi in appena 37 centesimi, mentre più indietro restano Schiapparelli, Luca Comoli e addirittura ultimo il leader del campionato Ruffino. Dopo la successiva P.S. Claudio Sacchetti conquista la prima posizione, seguito da Ferrari e da Luca Comoli che guadagna molto uscendo con il miglior tempo dalla P.S. 2. Continuano a navigare nelle retrovie Schiapparelli e Ruffino, insieme al debuttante Faccini, a Luigi Sacchetti e a Grasso. Al parco assistenza cambio di gomme di Schiapparelli che, giocando la carta giusta, torna ad essere competitivo e a guadagnare posizioni. Intanto davanti i primi tre si danno battaglia, mentre i due capoclassifica Ruffino e Paolo Comoli navigano oltre la metà classifica. Alla fine con un ultima speciale velocissima Schiapparelli vince la categoria, mentre lottano fino all'ultimo Ferrari e Claudio Sacchetti: alla fine la spunta il primo per soli 23 centesimi. Quarto è Luca Comoli, seguito dal debuttante Pirali, che lascia dietro Ruffino e Paolo Comoli. Segue l'altro debuttante Faccini, mentre chiudono la classifica Luigi Sacchetti e Grasso. Con una gran gara Schiapparelli riapre il discorso campionato: infatti, approfittando della cattive prestazioni di Ruffino e Paolo Comoli (questo ormai al terzo posto in campionato), raggiunge il leader di campionato a 58 punti: Ruffino è avvantaggiato dagli scarti, ma comunque tutto si giocherà nell'ultimo appuntamento 2008.

14 dicembre

WRC: Marco Schiapparelli - Ford

S1600: Marco Schiapparelli - Suzuki

Regolarità: Paolo Comoli - Fiat

 

RALLY STORY

 

WRC: Inizio a tutta per Luca Pozzo, che vince la prima prova speciale, e Claudio Gariazzo che lo segue a distanza molto ravvicinata; tra i piloti di vertice esce invece attardato Paolo Comoli, oggi in lotta per tentare l'assalto alla prima posizione del campionato, ma soprattutto attento a non farsi superare da un agguerrito Schiapparelli. E' proprio Marco Schiapparelli a portare la sua Ford in testa alla classifica della gara all'uscita della seconda P.S., mentre risalgono dalle retrovie Paolo Comoli e il pilota Subaru Fulvio Pirali. Perde un po' di terreno Gariazzo, mentre ancor più attardato è Zucconelli. Brutte notizie invece per gli altri due portacolori Subaru: infatti, dopo l'ottima prova sugli sterrati del Costa Smeralda, Claudio Sacchetti non riesce a trovare il giusto feeling con i tornanti del sanremese, mentre ancor peggio va per Ruffino costretto ad uscire dalle prime prove speciali con il tempo imposto. Giorgio Ferrari dopo un discreto inizio paga probabilmente un assetto non adatto alle salite perdendo costantemente terreno dalla vetta della classifica, mentre Schiapprelli contuinua a guidare la gara seguito dal poker Citroën di Luca Comoli, Pozzo, Paolo Comoli e Zucconelli. Si mantiene costante in ottava posizione Gianluca Grasso con l'altra Xsara, mentre l'ultima Citroën è proprio quella uscita vincitrice nel precedente appuntamento, guidata da Luigi Sacchetti. In gara c'è anche Marilou Gurtiza che, approfittando dell'assenza della leader femminile Darie, tenta l'assalto al titolo femminile. Recupera qualcosa Ruffino, mentre continua la giornata negativa di Claudio Sacchetti e di Giorgio Ferrari. A tre P.S. dalla fine Schiapparelli guida la classifica con un vantaggio rassicurante su Luca Comoli e Luca Pozzo, mentre Paolo Comoli, in quinta posizione, è virtualmente terzo in campionato: con un finale al fulmicotone riesce a strappare la quarta posizione a Zucconelli, limitando i danni. Sesto eè Gariazzo seguito da Pirali, Grasso, Luigi Sacchetti, Ruffino, Claudio Sacchetti e Gurtiza.

S1600: Luca Comoli, oggi alla guida di una Renault in occasione del Trofeo Clio, vince la prima speciale seguito dalle due Suzuki di Pirali e Schiapparelli e dalle altre Clio di Ferrari e Paolo Comoli, tutti in una manciata dei decimi. Schiapparelli inizia a vincere prove speciali, trovandosi ben presto in testa alla classifica mentre il diretto avversario di campionato Ruffino è, suo malgrado, costretto ad uscire dalle prime tre P.S. con il tempo imposto, trovandosi a quasi trenta secondi dal capoclassifica e soprattutto compromettendo il campionato. Continua intanto la lotta per la conquista del Trofeo Clio che vede a metà gara in testa Ferrari seguito da Paolo e Luca Comoli. La P.S. 6 vede uscire Ruffino e Paolo Comoli con un ottimo tempo, mentre Schiapparelli incappa in un incidente che gli fa perdere tutto il vantaggio guadagnato: si ritrova così la Clio di Paolo a meno di un secondo di distacco. Un po' più attardati lottano Zucconelli, Pozzo e Pirali, mentre chiudono la classifica Gariazzo, Grasso, Claudio Sacchetti, che passa dal podio della Sardegna al fondo classifica, e Gurtiza al debutto con la C2. Alla fine a vincere è Schiapparelli, secondo Paolo Comoli con attaccato un Luca Comoli in recupero, quarto un ottimo Luigi Sacchetti (che chiude il podio delle Clio), quinto Ferrari che tiene la posizione per appena 23 centesimi su Zucconelli, poi Ruffino che riesce a guadagnare sull'ultima P.S. due posizioni a sfavore di Pirali e Pozzo. Più attardati gli altri.

REGOLARITA': Diversamente dal solito oggi la classifica di questa categoria è stata abbastanza monotona, senza grossi stavolgimenti: il solito Paolo si aggiudica tre delle sei prove speciali in programma, restando davanti dalla prima all'ultima P.S.; la lotta per gli altri gradini del podio è tra Fagiano, alla fine secondo, Alex, terzo e Giorgio che tenta di mantenere la terza posizione in campionato ai danni di Marco. E' proprio quest'ultimo a buttare via la gara con brutte prestazioni, tranne nel finale dove vince anche una prova, ma che gli permette di arrivare solo quinto. Sesto è Fulvio, che ha dimostrato una regolarità pazzesca uscendo da quattro prove su sei con una penalità di 3"10 (se non è regolarità questa!). Seguono Gianluca, vincitore della P.S. 5, Luca Comoli, Luca Pozzo, Luigi e Claudio Sacchetti, Marilou e Massimo. Per la serie "cose mai successe" l'ultima speciale è stata vinta a parimerito da Marco, Luca Comoli e Massimo!

CAMPIONATO ITALIANO BiCh 2008

WRC: Luca Comoli - Citroën

S1600: Marco Schiapparelli - Suzuki

Regolarità: Paolo Comoli - Fiat

 

CHAMPIONSHIP STORY

 

WRC: All'inizio del campionato si è presentata la lotta fra i contendenti del 2007 Marco Schiapparelli e Luca Comoli, mentre decisamente deludente è stato l'inizio stagione di Paolo Comoli, alle prese con una C4 ancora da conoscere. Brutto inizio di stagione anche per l'altro alfiere Citroën Alex Zucconelli. Con due gare consecutive vinte Luca Comoli si portava poi in testa al campionato, approfittando di problemi di affidabilità della Focus di Schiapparelli e ancor peggio era la situazione per Paolo Comoli. Intanto anche Giorgio Ferrari era costretto a soffrire per grandi problemi al motore della sua Focus. Ne approfittavano così Claudio gariazzo e Gianluca Grasso che, pur senza grandi risultati, riuscivano a guadagnare qualche posizione in classifica. Tre vittorie consecutive di Paolo lo riportavano in lizza per la conquista del titolo, anche se Luca continuava ad accumulare punti, mentre Schiapparelli e Ruffino si giocavano la terza posizione. Alla penultima gara la sorpresa è stata Luigi Sacchetti, che riusciva a vincere la gara con distacchi minimi da Schiapparelli, in crescendo dopo aver trovato un buon feeling con la sua Ford, e il solito Luca Comoli. Alla fine proprio quest'ultimo ha vinto il titolo Italiano, sempre stato all'appannaggio di Schiapparelli, che deve cedere lo scettro al giovane pilota Citroën, e anche la seconda posizione a Paolo Comoli nonostante il parimerito di punti (e quindi deciso per numero di vittorie). Quarto in classifica è il pilota Subaru Massimo Ruffino e quinto giunge, tra alti e bassi, Giorgio Ferrari. La classifica femminile è stata dominata da Daniela Darie, vincitrice anche della Subaru Cup, davanti a Marilou Gurtiza.

S1600: Mai classifica fu più indecisa fino alla fine del campionato, con tre piloti di tre case costruttrici diverse a contendersi il titolo: Ruffino (Ford), Schiapparelli (Suzuki) e Paolo Comoli (Renault). Dopo un ottimo inizio dei soliti Ruffino e Schiapprelli, quest'ultimo si è trovato a combattere contro rotture meccaniche e gomme poco performanti che sembravano averlo tagliato decisamente fuori dalla lotta per il titolo: infatti con tre vittorie consecutive il pilota Ford acquisiva un buon margine di vantaggio, così come Comoli continuava a piazzarsi sul secondo gradino del podio. A seguire i tre leader si alternavano con prestazioni buone, ma poco costanti, Luca Comoli, Ferrari e Gariazzo. Il finale di stagione è stato emozionante con un ritrovato Schiapparelli ed errori pesanti dei due capoclassifica. Così, mentre alla penultima gara Paolo Comoli doveva accontentarsi, come nel 2007, del terzo posto in classifica generale, Schiapparelli riusciva a risalire in due gare dalla terza alla prima posizione, sfruttando anche la sfortuna che ha incontrato Ruffino all'ultimo appuntamento dove i due si sono presentati con lo stesso punteggio. Quarto ha terminato il vicitore del trofeo C2 Luca Comoli, mentre quinto è giunto Ferrari. Paolo Comoli ha inoltre vinto il trofeo Clio, mentre la classifica femminile vede prima Darie e seconda Gurtiza.

REGOLARITA': Indiscussa vittoria di Paolo, dominatore dell'intero campionato, con tre vittorie e due secondi posti, seguito da Massimo, anche lui in seconda posizione sin dalla prima gara. Marco dopo un discreto inizio stagione, in cui lottava con Massimo per la seconda piazza, ha dovuto cedere nelle due gare finali ad un Giorgio in costante crescita, finendo in quarta posizione. Chiude la top-five Fagiano, con una stagione di alti e bassi, ma in crescendo sul finale. In campo femminile ha vinto Daniela seguita da Marilou.

  Fortunelli